Lavoro intermittente e DVR

L’Ispettorato nazionale del lavoro fornisce chiarimenti in merito alla possibile conversione del rapporto di lavoro intermittente in rapporto di lavoro subordinato a tempo pieno e indeterminato non solo nei casi di totale assenza del DVR ma anche qualora lo stesso, pur presente, risulti carente di una apposita sezione dedicata ai lavoratori a chiamata. Il DVR non potrà ritenersi incompleto solo in quanto privo di un dato formale quale tale specifica sezione.